Bandiere a lutto...

Con questi occhi, ben aperti ad ascoltare parole che sembrano blasfeme.

L'Aquila sembra morta, non è ancora fenice che sa risorgere incandescente...
L'ombra degli avvoltoi è come una cappa mortale, stringente, inopportuna.
L'Italia si desta una volta ancora con dei figli da seppellire.
Silenzio ad assordare.
...e troppi corpi ammassati senza vita, ancora sguardi persi, un'atmosfera irreale da cui comunque non si ha voglia di scappare.
La terra ha tremato, inghiottito, ucciso il figlio dell'uomo.
...e giù parole, smaniose di seppellire come macerie le domande di chi si è salvato.
Silenzio di morte... qua e là una preghiera che possa trovare conforto per chi la recita, lui stesso disilluso.
Troppo facile riempirsi la bocca una volta in più di un tacere imbarazzato che ha del fragoroso.
La terra smossa riflette come specchio l'immagine di un popolo sconfitto ed umilato, nonostante una dignità congenita, che stride con il contesto che si trova ad affrontare.
Viene voglia di dire basta, nient'altro...
Non è più possibile tollerare questa guerra...
Le chiamano disgrazie, fatalità... ma del destino non c'è traccia, non c'è un Dio da bestemmiare, cui rivolgere la propria ira...
Macerie ovunque posi lo sguardo.
Cemento ce n'è poco... costava troppo.
Disarmato ed imbarazzato della propria fagilità...
Ed allora cosa vuoi?
Ancora sangue?
Un fottuto minuto di silenzio?
Io ho voglia di gridare.... ogni singolo nome!
Voglio gridare la sua vita, ogni singolo giorno per un'altro giorno ancora...
Tirala giù quella bandiera, se non sai farla sventolare!!!
Forse è ora di capire che siamo tutti nello stesso posto.
In fondo, in basso, giù....
Tutti giù per terra.

Non siete persone sconosciute.
E'proprio questa terra che vi ha ucciso ad unirci, impastata dalle nostre fatiche e da quella di genitori comuni...
Per questo non posso che pensare a voi come a fratelli persi sul fronte.
I figli di L'Aquila devono volare ancora, perchè senza di loro il cielo è sin troppo blu...



Bookmark and Share

Commenti

  1. it very good blog, i am wondering visit this

    RispondiElimina
  2. this is very good posting, and helpful for me. thanks for sharing

    RispondiElimina
  3. visit back please and give comment too

    RispondiElimina
  4. mi ha molto scosso quello che hai scritto. hai saputo interpretare benissimo la rabbia e il dolore di chi si chiede come è possibile che certe cose succedano.
    a volte ci si sfoga anche leggendo. grazie.


    ciao (e serena pasqua).

    RispondiElimina
  5. Ciao EdW........sono passata a lasciarti i miei auguri! Un caro saluto, desy.

    RispondiElimina
  6. ciao Ed.. ho letto il tuo post seguendo un video, devo dire che sono d'accordissimo con te e ringraziarti per aver saputo esprimere la rabbia di molti Italiani. Vorrei postarlo su FB se posso.. aspetto tua risposta.. grazie
    Carla

    RispondiElimina
  7. ...certo che puoi usarlo...tutto ciò che è su questo blog è qui apposta per essere condiviso...in questo post ci sono i sentimenti che ho provato in questi giorni, e penso siano comuni a molti Italiani...penso sia nostro compito fare in modo che non ci si dimentichi di quanto successo...un saluto

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

(Goethe!) Young Goethe in love (sub ita) un film di Philipp Stölzl (2010)

Poesia: Gli alberi di Franco Fortini

Pied Beauty - La bellezza cangiante poesia di Gerard Manley Hopkins