Poesia: Pandemia di Ed Warner & Petite Paulette

Un affannare discorsi
richiama le menti, le più bislacche
ad un alzare di voce.
Mente, posacenere da grandi occasioni
già scappa alla tangente per l’incrociate strade.
Vedo nero all’orizzonte
negro e sporco per taluni
ragion per cui non c’è sentir ragioni.
Urlalo forte il tuo-Me ne frego!-

Cambia nemici alla rinfusa
di biancheria da Ku Klux Klan,
coi tagliolini ha l’oro in bocca
di bolo fino il palato balla
con lo sghimbescio d’un fox-trot.
Danzami Divo su questa fogna
piega le reni all’Abissinia
per una nuova fatale grandeur
guida sicuro quel tuo trabattello
che chiami vascello per punto d’onor.

Slavano parole schiave
malmaritate e stanche
sciancano l’attimo o poco più in là.
E’ morto un fratello laggiù in mezzo al mare...

E pure Caino non sta troppo bene.


da La voce di Pandora
Ed. Smasher, 2012


Commenti

  1. nice blog
    im from blog catalog

    visit my blog
    http://donnaggo.blogspot.com/
    http://mtfinance.blogspot.com/

    Thank you

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari