POESIA A STRAPPO- DIESIS- PORTO TORRES 11 SETTEMBRE


Anna Borghi curatrice della rassegna,
in collaborazione con “Poesia a strappo Alghero”,
“Libreria il Manoscritto Alghero”,
"Libreria Internazionale Koinè Porto Torres"
e l’associazione

“La voce in musica” di Porto Torres

vi invita all’evento

Prima edizione Poesia a strappo Porto Torres - Diesis
   
           
La rassegna ai svolgerà l'11 settembre 2011 per l’intera giornata in Corso Vittorio Emanuele, di fronte alla libreria Koiné.

La “Poesia a strappo” è una rassegna poetica originale e vitale.
Nasce a Crema nel 1983 a opera di alcuni poeti e anime sensibili: Elio Chizzoli, Giobico, Giovanni Bianchessi, Angelo Noce, Anna Borghi.
Ripresa nel 1995 diventa appuntamento annuale di scambi ed eventi culturali e si emula anche in altre città.
Dai silenzi del Museo Civico e dai suoi urlanti e moderni affreschi, si passa ai portici del Palazzo Comunale sfida all’imponenza della Cattedrale.
Il gesto non si perde.
Si concretizza in raccolte dei testi esposti, viene nobilitata da omaggi illustri (da Alda Merini a Jack Hirschmann da Giampiero Neri a Sarah Menefee…)
Dal poeta Elio e C. il passaggio del testimone, la concessione del nome e del timbro.
Un etereo ponte dai portici freschi di un borgo medievale alla fiera e fortificata città assolata.
La raccolta dei testi avviene per tempo, prima della rassegna stessa e fa sì che escano alla luce talenti e sensibilità nascoste del luogo che la ospita.
Le poesie firmate dagli autori vengono punzonate, rilegate e timbrate in originali blocchi appunti poetici che verranno poi esposti al pubblico su pannelli.
Il lettore potrà quindi a proprio piacere “strappare” da tale blocco la poesia gradita e portarla via con sé.
La poesia acquista il valore della luce, dell’aria, dello sguardo pubblico molto più sensibile di quanto appaia.
Il luogo dell’esposizione diventa quindi con la presenza degli autori momento di scambio culturale o sede di performance di lettura e musica o quanto altro l’evento richiami a sé in forma dinamica e creativa.
La presenza di un pannello ove chiunque possa lasciare un omaggio poetico estemporaneo chiamato “pannello purè” testimonia la vitalità e lo stimolo artistico dell’evento.
La poesia, il linguaggio universale dell’anima umana, non ha razza e lingua, solo segni e spazi bianchi e silenzi.
E in questi spazi altri nasce il desiderio di contagiare l’isola bella.

Post più popolari