Poeti dall'inferno (1995)- un film di Agnieszka Holland - streaming

POETI DALL'INFERNO un film di Agnieszka Holland

CAST: Leonardo DiCaprio - Arthur Rimbaud, David Thewlis - Paul Verlaine, Romane Bohringer - Mathilde Maute, Dominique Blanc - Isabelle Rimbaud, Felicie Pasotti Cabarbaye - Isabelle da bambina, Nita Klein - Madre di Rimbaud, James Thierrée - Frederic, Emmanuelle Oppo - Vitalie

La sceneggiatura era già stata messa in film nel 1989 per la tv ungherese con il titolo di Teljes napfogyatkozás dal regista Tamás Balikó.La sceneggiatura è di un pezzo teatrale di Christopher Hampton del 1967.Curiosamente il film della Holland è stato distribuito in Ungheria con lo stesso titolo.
La sceneggiatura, basata sulle lettere e sulle opere, rappresenta una storia accurata e precisa della complicata relazione sentimentale tra Paul Verlaine e Arthur Rimbaud.



Nel 1871, l'affermato poeta Paul Verlaine invita a Parigi Jean-Arthur Rimbaud, un arrogante adolescente, che da tempo gli invia poesie. Verlaine trova negli scritti di Rimbaud qualcosa di assolutamente unico, geniale. Rimbaud non è un poeta che esprime le sue vibrazioni interiori in modo convenzionale, ma animato da una esasperata tensione nella ricerca del vero, sfoga questo suo bisogno manifestando senza alcun limite o compromesso la sua filosofia della vita. Verlaine è sposato con Mathilde da cui ha avuto un figlio, ed è psichicamente vulnerato dall'abuso di assenzio e costretto dall'indigenza a vivere con i genitori della moglie, per questo rimane ulteriormente sconvolto dall'incontro con Rimbaud e la proposta dello spregiudicato giovane di condividere arte e "alcova" gli appare come una insperata via per sfuggire alla pesantezza della propria esistenza.
Divenuti amanti, quando Jean-Arthur comunica a Paul di voler partire per Londra, questi approfitta dell'occasione e abbandona Mathilde. Ma la vita diventa difficile: il denaro è scarso e Jean-Arthur, convinto che la sua poesia è la cosa più importante, non intendendo rinunciarvi per lavorare, obbliga Paul a mantenere entrambi. Quando una profonda depressione impedisce a Rimbaud di continuare a scrivere, esuberanza e frenesie cedono il posto alla delusione e nel poeta cresce il desiderio di trasferirsi in Africa per vivere al limite della esistenza e spingersi fino ai confini della esperienza umana. In un successivo violento alterco Paul ferisce Jean-Arthur con la pistola, viene arrestato per l'accusa di sodomia lanciatogli dalla moglie e condannato. Rimbaud, trasferitosi inizialmente in Germania, infine realizza il suo sogno: gestire uno scalo commerciale in Africa.
Dopo qualche anno Verlaine, tornato in libertà, conduce una vita squallida con una donna di strada e vendendo le proprie liriche per sopravvivere. Viene contattato da Isabelle Rimbaud che gli racconta in dettaglio gli ultimi anni di vita del fratello Jean-Arthur al quale, affetto da un tumure al ginocchio, gli era stata amputata una gamba ed egli, tormentato dal dolore ed in preda al delirio, era morto consumato dalla malattia. Lo scopo della visita di Isabelle diventa chiaro: sa che Verlaine possiede alcuni dei più controversi e blasfemi manoscritti del fratello e vuole che siano distrutti. Ma Verlaine decide di non eseguire questa richiesta, e quelle poesie dissacranti e di enorme potenza emotiva potranno ricordare Jean-Arthur Rimbaud e la rivoluzione da lui introdotta nell'arte poetica. 



Commenti

Post popolari in questo blog

(Goethe!) Young Goethe in love (sub ita) un film di Philipp Stölzl (2010)

Poesia: Gli alberi di Franco Fortini

Pied Beauty - La bellezza cangiante poesia di Gerard Manley Hopkins