Loredana Magazzeni - Volevo essere Jeanne Hébuterne - presentazione




IBS.it Bookshop, via Rizzoli 18 Bologna Martedì 30 ottobre ore 18.00


Le Voci della Luna - Poesia
Loredana Magazzeni
Volevo essere Jeanne Hébuterne
pp. 106, € 10
A cura di Elio Talon
Prefazione di Gabriella Musetti
Postfazione di Marina Giovannelli

Alla quarta prova poetica Loredana Magazzeni tratteggia con Volevo essere Jeanne Hébuterne le molteplici situazioni prodotte dallo struggimento amoroso. Attraverso una pluralità di personaggi, raccontati per intima partecipazione, prende così forma un canzoniere classico nell’approccio, ma interpretato con acutezza tutta contemporanea fin dentro alla struttura chiusa del sonetto insufflato da imperfezioni, da disobbedienze alla stretta dittatura dell’endecasillabo sull’esempio di autori quali Rosaria Lo Russo e Marco Simonelli.
Diviso in cinque sezioni segnate da una marcata, voluta ascendenza petrarchesca, lo vediamo crescere e frastagliarsi, fra i poli attrattivi dell’ascoltare i mutamenti provenienti dal corpo fisico e gli smottamenti causati all’altro corpo, quello psichico, tradotti in improvvisi sismi ritmici, in mutazioni di forma. Molto di quanto viene a esser qui raccontato gioca sul rapporto di interno con esterno dato da Tempo/Cronos, sull’intima tragedia che le intemperie da lui accese provocano da sempre in ogni persona, terremotando le categorie estetiche di bellezza e vigore fisico, anche di lucidità e appartenenza di genere, riattivando la consapevolezza che proprio «quanto è andato, disilluso, vilipeso» sia l’unico, vero motore per cambiare il «com’è sempre stato» e le nuove forme di cui si ammanta.
Libro che guarda al passato, alle «madri antiche», per affermare il presente, libro di maschere utilizzate per affermare le situazioni di un inossidabile gioco delle parti, Volevo essere Jeanne Hébuterne tende a creare un effetto panottico, grazie al quale Magazzeni mostra, alla fine, non solo l’enorme quantità e varietà di segni e di significati del sentimento amoroso, ma la loro continuità storica e politica catturata dall’occhio femminile e i possibili punti dove è attuabile il necessario cambiamento.

Loredana Magazzeni insegna e si occupa di poesia e traduzione. Ha pubblicato le raccolte La miracolosa ferita (Premio “Antonia Pozzi”, Archivi del ’900, 2001), Canto alle madri e altri canti (Premio “Elsa Buiese”, DARS, 2005). È in uscita presso Smasher Edizioni Fragilità del bene, raccolta finalista al premio “Montano” 2011. Ha curato, assieme ad Andrea Sirotti, l’antologia Gatti come angeli. L’eros nella poesia femminile di lingua inglese (Medusa, 2006) e con Fiorenza Mormile, Brenda Poster e Anna Maria Robustelli Corporea. Il corpo nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese (Le Voci della Luna Poesia, 2009). Ha scritto saggi in “L’Ulisse” n.1, I mondi creativi femminili (LietoColle, 2006), Atlante dei movimenti culturali dell’Emilia-Romagna 1968-2007 (Clueb, 2007), Per una fenomenologia del tradurre (Officina Edizioni, 2009) e Dentro la scrittura, interviste a dieci poetesse italiane (CFR edizioni, 2012). Fa parte del Gruppo ’98 Poesia e collabora con la Libreria delle Donne di Bologna.


SEGUI ED WARNER-POESIA ANCHE SU  facebook!!!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

(Goethe!) Young Goethe in love (sub ita) un film di Philipp Stölzl (2010)

Poesia: Gli alberi di Franco Fortini

Pied Beauty - La bellezza cangiante poesia di Gerard Manley Hopkins