Estensioni del tempo- Martina Campi (Le Voci della Luna, 2012)





Le Voci della Luna Edizioni Sasso Marconi (BO).

Vincitrice Premio Giorgi 2012
A cura di Ivan Fedeli

con:

illustrazioni di Valentina Gaglione, foto di Giampaolo De Pietro, prefazione di Loredana Magazzeni, postfazione di Enzo Campi, copertina di Anna Mosca.




Martina Campi, laureata in Scienze della Comunicazione, ha scelto, come più alta forma del comunicare la parola poetica e l’ascolto. Si intravvedono dentro la sua scrittura i maestri evocati (Wittgenstein, Szymborska, barthes, Tarkovskij), ma ancora di più quelli non evocati (Weil, Campo, Zambrano).
La sua lingua si piega a una nuova sintassi dove abbondano le sinestesie (rumori croccanti da, / sgranocchiare), la dimensione è olistica, saltano i confini fra dentro e fuori per rendere omaggio alla dimensione sovrana, quella della percezione pura, emotiva, del verso. Anche lo spazio viene perimetrato e percorso in cerca di risposte, secondo quelle “planimetrie dell’ansia” su cui una lingua preterintenzionale, fusionale e magmatica (senza intenzioni / si racconta / dell’ombra degli alberi) batte e ribatte in cerca di echi e assonanze.
Una poesia che si offre a piccoli passi, per approssimazioni delicate, progressive.
E dal rapporto con l’altro da sé, l’attenzione si sposta e si alza a comprendere l’universo e il tempo: Martina Campi pratica con i suoi ritmi la dimensione dell’ascolto e quella dell’irrequietezza, affidandosi alla miracolosa, meravigliosa sensazione di “non sentirsi / definiti”, vivendo dunque ancora  nell’ora prima dell’arrivo della luce.
(dalla prefazione di Loredana Magazzeni)


Della dilatazione e della frattura
La spazialità e lo spaziamento hanno luogo proprio nella parola, nelle scansioni che rischiano soventemente l’allungamento, ovvero e ancora una volta: l’estensione, quella che ci toccherà definire finalmente una protesi, non una prosecuzione in termini altri, non un supplemento, ma propriamente il prolungamento, la dilatazione della sua dislocazione sulla carta, l’allungamento della sua dimensione temporale. Questo procedimento, questo dispositivo formale permette, in un certo senso, di donare una durata diversa al tempo. Non più il solo tempo necessario al compimento di un’azione, ma il tempo, per così dire, superfluo in cui rallentare il compimento dell’azione, in cui creare quella dimensione di «rarefazione» che pervade e caratterizza l’intera opera.

(dalla postfazione di Enzo Campi)



--Dove trovare il libro--

Online:

vociluna@virgilio.it

costo 10 euro + 2 euro per la consegna

Il pagamento può avvenire tramite bollettino o bonifico in accredito sul conto corrente postale (rintracciabile sul sito della casa editrice Le voci della Lunahttp://www.levocidellaluna.it/):

c/c postale n. 10889400 intestato a Voci della Luna , via dell’orologio 2/3, 40037 Bologna.


In libreria (work in progress):

BOLOGNA

--> Modo Infoshop
Via Mascarella, 24b 40126 Bologna - tel 051 587 1012 - info@modoinfoshop.com

--> Biblion Books&Coffee di Saoncella Paola
Via San Donato 106/b, 40057 Granarolo dell’Emilia (BO) - 
Tel: 051 76 05 02 - email: biblion-bc@tiscali.it

MILANO

--> Libreria delle donne
Via Pietro Calvi, 29 20129 Milano - 02 7000 6265 - info@libreriadelledonne.it
http://www.libreriadelledonne.it/


SEGUI ED WARNER-POESIA ANCHE SU  facebook!!!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

(Goethe!) Young Goethe in love (sub ita) un film di Philipp Stölzl (2010)

Poesia: Gli alberi di Franco Fortini

Pied Beauty - La bellezza cangiante poesia di Gerard Manley Hopkins