Presentazione di Linas romanzo di Jacopo Ninni - Bollate(MI)


Presentazione di Linas di Jacopo Ninni

L'Ora Blu di Bollate accoglie il Gigante: a fargli compagnia ci saranno anche Bruce Springsteen (nella persona e libro di Fabio il Konte attraverso la voce di Agnese leo) e Gianni Biondillo.

Aperitivo a Buffet 
Spaghettata finale con gli autori
prenotazioni al 0283412369

Jacopo Ninni nasce a Milano nel 1964.
Cresce dove i libri sono sacri tanto quanto le pipe del nonno. Trascorre una faticosa adolescenza in campagna: in un tema descrive tristi giardini milanesi dove razzolano i cani, viene deriso perché razzolare è tipico delle galline; se ne frega e scopre che gli è più facile scrivere poesie piuttosto che impararle a memoria. Dopo diversi fallimenti abbandona il liceo classico e incontra chi riesce a risanargli la frattura tra scrittura e lettura. Trascorre l’anno di servizio civile con il poeta A. Inglese che tra sbronze e una fuga a Parigi gli consiglia la lettura di Andare a piedi in Cina di G. Giudici. La distanza lo scoraggia; si laurea in architettura e si ferma per dedicarsi ad altre arti come musica e architettura dei giardini. Anni dopo segue il fratello nell’Anonima scrittori e riprende il cammino grazie ai consigli di Antonio Pennacchi, con cui collaborerà in seguito nella stesura di un romanzo collettivo. Dopo l’eclissi del ‘99 arriva a Firenze. Oggi vive a Vicchio dove è padre, scrive per il settimanale locale, suona, e collabora con la biblioteca. Ha pubblicato diversi racconti in antologie della casa editrice Perrone e in riviste come Toilet e Prospektiva. Alcune sue poesie sono state selezionate per alcune antologie e segnalate o premiate in concorsi. Da qualche anno viene invitato a reading collettivi, contemporaneamente porta avanti il progetto CSP. Collabora con l’attrice Agnese Leo, fa parte della redazione del Blog Poetarum Silva.

"La Piccola Volante , laboratorio artigianale di letteratura e sperimentazione artistica, riconferma con“Linas” di Jacopo Ninni  la propria linea editoriale: quella di un fantasy innovativo e propositivo.

Nel panorama di un genere omologato e oligopolizzato da vampiri e lupi, Jacopo sceglie di parlare dell’ambiente: di monti e boschi popolati da cinghiali, donnole, volpi (e anche lupi!), di cieli nei quali ancora volano le aquile, e lo fa vivificando il territorio e popolandolo di creature che abbiamo imparato a conoscere attraverso la mitologia (le ninfe) e la tradizione favolistica (i giganti).

E se nella favola – come nella mitologia di Titani e Ciclopi - imperversano enormi creature ora mostruose (spesso sono orchi) ora generose, create per provocare meraviglia e paure, se nella letteratura di Rabelais “Gargantua e Pantagruel” sono  simboli per esprimere l’anticlassicismo rinascimentale, se ne “I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift gli abitanti di Brobdingnag sono un’immaginifica rappresentazione satirica, nella fresca sperimentazione letteraria contemporanea di Jacopo Ninni i giganti ben possono personificare formazioni della natura come i monti.
Per chi non lo sapesse Linas “è un gruppo montuoso della Sardegna sud-occidentale. Il massiccio è in gran parte di formazione granitica, e sono presenti numerosi giacimenti minerari, soprattutto di piombo e zinco” (da Wikipedia), una zona nella quale prosperano lentischi e tamerici maggiori e una varietà di creature che tutte trovano, nell’autore e nei suoi editori, menestrelli complici e cantastorie innamorati dell’ecosistema. Non a caso, Linas è affiancato dalla ninfa Peonia, sempre pronta a diffondere profumi e fragranze."
da un articolo di   su malgradopoi.it



SEGUI ED WARNER-POESIA ANCHE SU  facebook!!!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

(Goethe!) Young Goethe in love (sub ita) un film di Philipp Stölzl (2010)

Poesia: Gli alberi di Franco Fortini

Pied Beauty - La bellezza cangiante poesia di Gerard Manley Hopkins